Michele Curletti

Pasticciere

Il maestro

Michele Curletti

Michele Curletti è un provetto pasticciere delle Langhe, colline piemontesi patrimonio dell’UNESCO.

Per lui la pasticceria è un affare di famiglia.

Nel 1961, papà Mario aprì la prima pasticceria a Neive (CN).

Da allora, la famiglia Curletti di strada ne ha fatta parecchia.

I punti vendita ora sono due, uno a Neive ed uno a Castagnito (CN) e il nome Curletti è ormai sinonimo di eccellenza e qualità in tutta la zona.

Ciò che è rimasto immutato negli anni sono l’attenzione alle materie prime utilizzate, l’abilità nella realizzazione dei prodotti e la genuina passione per il proprio lavoro.

Curriculum vitae

Michele Curletti, classe 1975, apprende i segreti dell’arte bianca dal padre Mario, già menzionato come “Maestro d’opera e d’esperienza” e insignito dell’onoreficenza di “Eccellenza artigiana” da parte della Regione Piemonte.

Michele frequenta fin da bambino il laboratorio paterno e, terminati gli studi, si dedica a tempo pieno alla pasticceria.

E’ un ragazzo instancabile, curioso ed appassionato del proprio lavoro, tutti ingredienti indispensabili per diventare un ottimo pasticciere.

Dopo la scomparsa del genitore, si trova a gestire l’attività di famiglia con la sorella Marina e la mamma Ritanna.

Ma buon sangue non mente.

Papà Mario gli ha insegnato tecnica, tradizione artigiana e importanza nella selezione delle materie prime.
Michele tutto ciò lo ha fatto suo e lo ha integrato con studio, sperimentazione ed innovazione.

I risultati non si fanno attendere.

Ben presto, riceve anche lui il titolo di “Eccellenza artigiana” da parte della Regione Piemonte.

Ancora più importante, riceve quotidianamente il plauso di clienti soddisfatti e di colleghi pasticcieri.

 

 

 

lavoriamo per esaltare l'equilibrio degli ingredienti e creare una memoria del gusto in chi assaggia i nostri dolci

Michele e Marina Curletti

Specialità

Torrone friabile alle nocciole IGP delle Langhe, amaretti morbidi classici, amaretti morbidi alla nocciola, gianduiotti

Michele lavora instancabilmente dalle 12 alle 18 ore al giorno, ma dice che quando uno ha la passione per ciò che fa il tempo non conta.

Ciò che conta è soddisfare le richieste di chi si affida a lui per un dolce e trattarlo al meglio.

Nei periodi di meritato riposo ama dedicarsi a ciò che gli è più caro: la famiglia, il buon cibo, il buon vino ed i viaggi, preferibilmente al volante di qualche macchina sportiva.